Archivi tag: Elezioni

Orban e i suoi pieni poteri sono il vero problema?

Orban_pieni_poteri_Ungheria
Tutti si stanno preoccupando perché Orban ha assunto i pieni poteri in Ungheria per affrontare l’emergenza coronavirus.  Vorrei fare un passo indietro,  alle elezioni politiche ungheresi del 2018, dove Orban è stato confermato per la quarta volta Capo del Governo dal popolo ungherese. Il suo partito, Fidesz, ha stravinto le elezioni confermandosi il partito con maggiori consensi e conquistando  il 49.27% dei voti, ottenendo così 133 seggi su 199 nell’Assemblea Nazionale, ossia,  dell’unica Camera che compone il Parlamento ungherese. Quindi, un Capo di Governo legittimo, eletto con elezioni democratiche e che gode di un ampio consenso tra gli ungheresi. Il Parlamento ungherese, che rappresenta veramente la maggioranza degli ungheresi, ha votato  con 137 voti a favore e 53 contrari, affinché Orban prendesse pieni poteri per affrontare questa crisi.

Per questo, la sinistra in Italia è insorta parlando di dittatura e di deriva antidemocratica, la stessa sinistra che all’inizio dell’epidemia parlava di semplice influenza e che il problema vero era il razzismo verso i cinesi

Si permettono di parlare loro, quando in Italia abbiamo un Capo del Governo, Conte, che nessun italiano si sognava di avere come Premier quando è andato a votare alle elezioni politiche del 2018. Si ritrova al Governo una sinistra uscita sconfitta dalle stesse elezioni del 2018 e un M5S che nelle previsioni più ottimistiche, da oltre un anno, ha meno della metà dei consensi che aveva raccolto a quelle stesse elezioni politiche. E in tutto questo “non consenso democratico”, per il coronavirus,  abbiamo misure più restrittive dell’Ungheria di Orban e il problema reale sarebbero i pieni poteri di Orban dati alla luce del sole del voto parlamentare? Il Parlamento da noi, se tutto va bene, si riunisce una volta a settimana e tutto attualmente è in mano al Governo.

Questa secondo voi è democrazia?

In questo frangente ho sentito belle parole, dai medesimi sinistri, anche per la Cina. Non serve ricordarvi che lì vige un regime totalitario comunista, dove le libertà più elementari sono violate, dove lo stesso regime ci ha tenuto nascosto il diffondersi di questo virus, per poi ora, con false notizie attribuire a noi la responsabilità del contagio.
E il problema totalitario sarebbe quello di Orban? Apriamo gli occhi!

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Nonostante tutto, i cattolici sono ancora la minoranza più grande sul piano politico, ma…

Elezioni
Nonostante tutto, i cattolici sono ancora la minoranza più grande sul piano politico. Eppure politicamente non esistono. In queste elezioni politiche, escludendo quelli che mi hanno disarmato per la confusione e che hanno votato m5s o Pd, Continua la lettura di Nonostante tutto, i cattolici sono ancora la minoranza più grande sul piano politico, ma…

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

COMUNICATO-STAMPA 01/2018 Elezioni raccolta firme

Anche Italia Cristiana, come la Lista di Emma Bonino, chiede l’intervento generoso di un parlamentare per la candidatura alle prossime elezioni politiche senza dover raccogliere le firme.

Emma Bonino pochi giorni fa riteneva ridicolo dover raccogliere le firme per candidarsi alle elezioni politiche. Firme che devono essere raccolte, secondo la legge, da tutti i cittadini italiani che intendano candidarsi democraticamente alle elezioni politiche. Il partito della Bonino alle ultime elezioni politiche del 2013, ha preso lo 0,19%. Continua la lettura di COMUNICATO-STAMPA 01/2018 Elezioni raccolta firme

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Chi vota per i partiti dei corrotti e dei senza valori in nome della vittoria ha già perduto

Elezioni

Alcuni preferiscono votare alle elezioni per corrotti o senza valori che in compenso raggiungono buone percentuali piuttosto che sostenere movimenti piccoli che stanno crescendo e che soprattutto hanno valori sani. Questa mentalità non ci aiuterà ad uscire da questa crisi etica, ma ci condurrà sempre più in basso. Mi rendo conto che i deboli scelgono sempre chi vince, è così nello sport come nella politica, non cercano una reale vittoria dei valori, ma cercano semplicemente una vittoria:

cari miei, fatevelo dire, siete semplicemente degli sconfitti!

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Elezioni 2017: sicuri che non ci sia un vincitore?

Astensionismo io non voto

 

Mi sembra chiaro che il primo partito sempre più consolidato è il partito dell’astensionismo con un 40%. Io non credo sia solamente una volontà popolare che si astiene, certamente siamo in tanti ad essere disgustati dai partiti, grandi o piccoli, che agiscono solamente per brama di potere, ma io credo che si voglia aiutare l’astensionismo… in che modo? Riducendo i giorni di voto da due ad uno e facendo votare a Giugno inoltrato quando in tanti vogliono andare al mare. Continua la lettura di Elezioni 2017: sicuri che non ci sia un vincitore?

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Legge elettorale e sovranità popolare

Elezioni

LEGGE ELETTORALE

Con la legge elettorale dicono che vogliono cancellare i cosiddetti piccoli partiti dal Parlamento, in realtà vogliono cancellare la sovranità del nostro popolo, perché partiti che potrebbero ricevere il sostegno e il voto anche di poco meno 2.500.000 di italiani non avranno nessuna rappresentanza… secondo questi signori, e se questi partitini fossero, per fare un esempio, quattro, 10.000.000 di italiani non sarebbero rappresentati in Parlamento. Continua la lettura di Legge elettorale e sovranità popolare

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail