Orban e i suoi pieni poteri sono il vero problema?

Orban_pieni_poteri_Ungheria
Tutti si stanno preoccupando perché Orban ha assunto i pieni poteri in Ungheria per affrontare l’emergenza coronavirus.  Vorrei fare un passo indietro,  alle elezioni politiche ungheresi del 2018, dove Orban è stato confermato per la quarta volta Capo del Governo dal popolo ungherese. Il suo partito, Fidesz, ha stravinto le elezioni confermandosi il partito con maggiori consensi e conquistando  il 49.27% dei voti, ottenendo così 133 seggi su 199 nell’Assemblea Nazionale, ossia,  dell’unica Camera che compone il Parlamento ungherese. Quindi, un Capo di Governo legittimo, eletto con elezioni democratiche e che gode di un ampio consenso tra gli ungheresi. Il Parlamento ungherese, che rappresenta veramente la maggioranza degli ungheresi, ha votato  con 137 voti a favore e 53 contrari, affinché Orban prendesse pieni poteri per affrontare questa crisi.

Per questo, la sinistra in Italia è insorta parlando di dittatura e di deriva antidemocratica, la stessa sinistra che all’inizio dell’epidemia parlava di semplice influenza e che il problema vero era il razzismo verso i cinesi

Si permettono di parlare loro, quando in Italia abbiamo un Capo del Governo, Conte, che nessun italiano si sognava di avere come Premier quando è andato a votare alle elezioni politiche del 2018. Si ritrova al Governo una sinistra uscita sconfitta dalle stesse elezioni del 2018 e un M5S che nelle previsioni più ottimistiche, da oltre un anno, ha meno della metà dei consensi che aveva raccolto a quelle stesse elezioni politiche. E in tutto questo “non consenso democratico”, per il coronavirus,  abbiamo misure più restrittive dell’Ungheria di Orban e il problema reale sarebbero i pieni poteri di Orban dati alla luce del sole del voto parlamentare? Il Parlamento da noi, se tutto va bene, si riunisce una volta a settimana e tutto attualmente è in mano al Governo.

Questa secondo voi è democrazia?

In questo frangente ho sentito belle parole, dai medesimi sinistri, anche per la Cina. Non serve ricordarvi che lì vige un regime totalitario comunista, dove le libertà più elementari sono violate, dove lo stesso regime ci ha tenuto nascosto il diffondersi di questo virus, per poi ora, con false notizie attribuire a noi la responsabilità del contagio.
E il problema totalitario sarebbe quello di Orban? Apriamo gli occhi!

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Liberare l’Italia

Cartina-Italia-per-IC
Poteva andare meglio? Sì, forse, ma sta andando benone. Il nostro obiettivo deve essere quello di liberare l’Italia, liberare il Governo centrale dal PD, dai 5stelle, dalla sinistra e da Renzi. E tutto procede per il meglio. La sconfitta in Emilia Romagna ci può stare, è da sempre la roccaforte del PD, dei suoi apparati, dove in passato aveva percentuali bulgare, ora non più. Ma guardate le elezioni regionali degli ultimi mesi, sono state vinte tutte dal centro-destra: Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Umbria, Molise, Basilicata, Sicilia, Sardegna, a cui si è aggiunta la Calabria. Gli italiani si stanno svegliando, fuggendo da quella sinistra immigrazionista e antiitaliana

Sui 5Stelle che dire? Con il loro becero giustizialismo senza giustizia, con le loro proteste senza proposte e soprattutto senza valori, hanno eletto cittadini che mai si erano dedicati alla politica. Potevano sconfiggere il PD e la sinistra e invece sono stati il loro salvagente, si sono ubriacati di potere e poltrone e sono evaporati. Più che 5 Stelle sono stati una meteora.

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Umbria Elezioni Regionali: Salvini asfalta il PD e il M5S

Elezioni
Umbria: Salvini e la Lega asfaltano PD e M5S

La coalizione di centrodestra stravince in Umbria con un 57,55%.
Salvini è riuscito a portare la Lega dal 20,16% di un anno e mezzo fa al 36,95% di oggi. Mentre i grillini con le giravolte, i tradimenti verso gli elettori, l’alleanza con il PD e il poltronismo sono passati dal 27,53% al 7,41%.
Se nel Governo avessero dignità si dimetterebbero subito… Continua la lettura di Umbria Elezioni Regionali: Salvini asfalta il PD e il M5S

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Taglio dei Parlamentari? Una beffa per noi Italiani, guarda nel resto dell’Europa cosa avviene!

Tagliando il numero dei parlamentari hanno tagliato solamente la rappreṡentatività di noi cittadini. Se veramente avessero voluto risparmiare bastava dimezzare gli stipendi dei Parlamentari, sul piano economico il risultato sarebbe stato lo stesso, stessi soldi pubblici risparmiati, senza ridurre la nostra già ridotta rappreṡentatività.
Ci hanno mentito dicendo che nel resto dell’Europa non c’era un eccesso di parlamentari come da noi, ma è proprio vero? No, non è vero. Nella tabella che segue potete vedere come nella maggior parte delle nazioni europee i membri di ogni Parlamento nazionale per ogni 100mila abitanti siano superiori all’Italia. Peggio di noi, solamente Regno Unito, Germania e Russia.

Europa - Parlamentari ogni 100mila abitanti per ogni Stato
Europa – Parlamentari ogni 100mila abitanti per ogni Stato
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La democrazia si poggia sull’autonomia di tre poteri: Legislativo, Esecutivo e Giudiziario

Giustizia_potere_Giudiziario_
Quando eravamo piccoli durante la lezione di Educazione Civica ci spiegavano che la democrazia si poggia sull’autonomia di tre poteri: Legislativo, Esecutivo e Giudiziario. Quello Legislativo espresso dal Parlamento, quello Esecutivo dal Governo e quello Giudiziario dalla Magistratura. E ci insegnavano che nessun potere doveva sconfinare nell’ambito degli altri due, altrimenti c’era il rischio di un totalitarismo.

Volevo ricordare a qualcuno le lezioncine di democrazia con cui ci hanno cresciuti. Continua la lettura di La democrazia si poggia sull’autonomia di tre poteri: Legislativo, Esecutivo e Giudiziario

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’ambientalismo di Greta non ha nulla di scientifico, è solamente ideologia estremista contro l’uomo

Greta 2
L’ambientalismo di Greta non ha nulla di scientifico, è solamente ideologia estremista contro l’uomo. Il vero nemico non è il fantomatico cambiamento climatico e nemmeno l’inquinamento, ma l’uomo. Chiedete a lei, a suoi genitori e ai suoi promotori che cosa ne pensano di aborto e eutanasia, di famiglie numerose e di figli.
Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’Italia è sotto attacco. Ci vogliono affossare come hanno fatto con la Grecia.

ParlamentoItaliano

Ogni giorno, attraverso giornali, radiogiornali e telegiornali, veniamo bombardati dalla minaccia della Commissione Europea di aprire una procedura di infrazione contro l’Italia.
Ce ne parlano come se fosse la cosa più giusta del mondo, a fronte di un comportamento irresponsabile di chi ci governa.
Lascia stupefatti sentire tanti giornalisti, intellettuali e politici italiani schierarsi a favore delle ragioni addotte da questi super esperti europei. Continua la lettura di L’Italia è sotto attacco. Ci vogliono affossare come hanno fatto con la Grecia.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Beppe Grillo scherza anche su Radio Maria. Ma noi diciamo: evviva Radio Maria!

ItaliaCristiana_RadioMaria

Ieri Beppe Grillo, dopo la pesantissima sconfitta elettorale della sua creatura politica, ha commentato in modo ironico con un tweet che diceva: “Oggi Radio Maria e Canti Gregoriani”.
Non c’è niente da fare. Neanche la clamorosa e sonora bocciatura degli elettori ha ridato un poco di umiltà ai 5 Stelle, e più in generale alla Sinistra di cui i 5 Stelle sono parte integrante. Continua la lettura di Beppe Grillo scherza anche su Radio Maria. Ma noi diciamo: evviva Radio Maria!

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail