Elezioni 2017: sicuri che non ci sia un vincitore?

Astensionismo io non voto

 

Mi sembra chiaro che il primo partito sempre più consolidato è il partito dell’astensionismo con un 40%. Io non credo sia solamente una volontà popolare che si astiene, certamente siamo in tanti ad essere disgustati dai partiti, grandi o piccoli, che agiscono solamente per brama di potere, ma io credo che si voglia aiutare l’astensionismo… in che modo? Riducendo i giorni di voto da due ad uno e facendo votare a Giugno inoltrato quando in tanti vogliono andare al mare.

Qual è il vantaggio di far aumentare l’astensionismo?

È più facile gestire e veicolare pochi votanti che convincere tanti elettori, in questo modo basterà un’elite di votanti per tradurlo, grazie alle leggi elettorali,  in maggioranze di governo che tranquillamente pur non avendo il consenso della maggioranza degli cittadini potrà far approvare le leggi più dannose e immorali senza nessuna opposizione.

 

 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Legge elettorale e sovranità popolare

Elezioni

LEGGE ELETTORALE

Con la legge elettorale dicono che vogliono cancellare i cosiddetti piccoli partiti dal Parlamento, in realtà vogliono cancellare la sovranità del nostro popolo, perché partiti che potrebbero ricevere il sostegno e il voto anche di poco meno 2.500.000 di italiani non avranno nessuna rappresentanza… secondo questi signori, e se questi partitini fossero, per fare un esempio, quattro, 10.000.000 di italiani non sarebbero rappresentati in Parlamento. Continua la lettura di Legge elettorale e sovranità popolare

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Latina arcobaleno non rappresenta le reali necessità dei cittadini

Famiglia sottoattacco gender

COMUNICATO-STAMPA

I meccanismi dei nostri sistemi elettorali permettono che minoranze esigue governino su delle maggioranze ignorate.

L’attuale sindaco di Latina, Damiano Coletta, lo scorso anno al primo turno elettorale, in cui ogni elettore vota il candidato sindaco preferito, ha ricevuto un consenso bassissimo, solamente il 14,25% degli aventi diritto al voto, quindi oltre l’85% dei cittadini di Latina non si sentiva rappresentato da lui e dal suo programma. Continua la lettura di Latina arcobaleno non rappresenta le reali necessità dei cittadini

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Terremoto: 5.500 volte grazie!

Don Alberto Fossati e il Presidente Fabrizio Verduchi con al centro un antico Crocifisso recuperato da una chiesa crollata a causa del sisma.
Don Alberto Fossati e il Presidente Fabrizio Verduchi con al centro un antico Crocifisso recuperato da una chiesa crollata a causa del sisma.

 

Vorrei cordialmente ringraziare tutti voi, cari amici, che avete permesso di raggiungere il positivo risultato di €5.500, che sono state devolute ad alcune famiglie in grave difficoltà economica a causa dei pesanti danni causati dal terremoto, grazie alla segnalazione del Vescovo di Ascoli Sua Ecc. Mons. Giovanni D’Ercole, che nella sua Diocesi sta aiutando concretamente famiglie e imprese a risollevarsi e a ripartire.

Continua la lettura di Terremoto: 5.500 volte grazie!

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Un aiuto alle famiglie colpite dal terremoto

Mons D'Ercole terremoto

Cari amici, chiediamo a tutte le persone di buona volontà di unirsi a noi per un aiuto concreto e urgente alle popolazioni colpite dal dramma del terremoto.

Rispondiamo in modo concreto per far sentire loro il nostro sostegno e la nostra solidarietà.  È un dramma che riguarda noi tutti.

Vogliamo dire con molta chiarezza, a chi parteciperà, che gli aiuti economici raccolti saranno portati alle famiglie più in difficoltà.

Queste famiglie ci verranno indicate da S.E. Mons. D’Ercole, Vescovo di Ascoli.

Il 29 marzo è il termine ultimo per effettuare i versamenti.

Ci affidiamo alla vostra sincera generosità.

 Potete effettuare la vostra offerta in due modi:

– recandovi alle poste:

C/C Postale n°60313152 intestato a: ITALIA CRISTIANA Casella Postale 12174 – 00135 Roma Belsito

causale: TERREMOTO 2017

– oppure facendo un bonifico:

BancoPosta C/C n°60313152

Codice IBAN IT72 D076 0103 2000 0006 0313 152 –
intestato a: ITALIA CRISTIANA causale: TERREMOTO 2017

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Grillo: al Parlamento Europeo con chi difende Euro, UE, ideologia Gender e immigrazione incontrollata

GrilloIl comico Grillo, leader dei 5 Stelle, ha invitato i suoi iscritti a votare per uscire dal gruppo europarlamentare degli euroscettici dell’EFDD (Europa della Libertà e della Democrazia Diretta) e aderire al gruppo europarlamentare dell’ALDE (Partito dell’Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l’Europa), ossia lo stesso gruppo dei Radicali, dei Liberali e del Centro Democratico, sostenitore dell’Unione Europea e dell’Euro, dell’ideologia Gender e dell’immigrazione incontrollata. Gli iscritti hanno votato a favore della proposta di Grillo con il 78,5%: questo è il vero volto del movimento di Grillo, oltre la protesta l’asservimento ideologico.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Cicogne in missione… gender!

Cicogne-in-missione-3
Poco meno di due mesi fa, il 20 ottobre, è uscito nelle sale cinematografiche italiane un cartone animato per bambini, presentato al Festival del Cinema di Roma come una straordinaria avventura animata.
Le cicogne che un tempo consegnavano bambini ora si occupano di consegne per un grande sito Internet. Continua la lettura di Cicogne in missione… gender!

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La sovranità appartiene al popolo

FrecceTricolori

Un  Governo di non eletti, tenuto insieme in qualche modo da un Parlamento eletto con una legge dichiarata incostituzionale, ha tentato di forzare la mano proponendo una modifica della legge fondamentale dello Stato, in barba a tutti i principi e le prassi istituzionali. Continua la lettura di La sovranità appartiene al popolo

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Referendum e incarichi politici – Noi votiamo NO

Se vince il sì al Referendum alcuni politici avranno tre incarichi senza essere eletti da noi cittadini. Ad es. i sindaci delle 10 città metropolitane saranno SINDACO, SINDACO della Città Metropolitana e SENATORE. Immaginate la gestione di Roma con il Sindaco spesso assente per andare in Senato o al Consiglio Metropolitano, una città nel caos!

Referendum-Costituzionale-incarichi-politici

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail