Archivi categoria: Manifestazione

Verona: la speranza riparte da qui

Verona_Marcia_della_Famiglia

Foto choc, Verona città blindata, oscurantismo, soppressione dei diritti… queste sono le bugie che circolano in questi giorni su alcuni giornali, tv e social riguardo al Congresso di Verona e alla Marcia per la Famiglia, per creare un clima di odio.

Qualche giornalista asservito, pseudo intellettuali, persone ideologizzate e alienate dalla realtà, difendono con enormi bugie il regime totalitario che hanno costruito in questi decenni.  Non permettono opposizione, non tollerano un pensiero differente. In questi anni carichi di odio hanno chiamato diritto ogni delitto, hanno soppresso i più elementari diritti umani, partendo dal diritto alla vita fino a scardinare la cellula fondante della società, quella che ha permesso l’avanzare della storia e che rimane l’unica speranza per il futuro: la famiglia. Continua la lettura di Verona: la speranza riparte da qui

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Verona: Marcia per la Famiglia 2019. Perché Italia Cristiana sarà presente.

Marcia_per_la_Famiglia

In questi ultimi tempi, dibattendo sul tema della legittima difesa, si sono formati due schieramenti: quelli favorevoli a riconoscerla come un diritto, e quelli per i quali va tutto bene così, anzi, per qualcuno è giusto anche punire chi reagisce.
In qualche modo questa tema è legato con altri che ci stanno molto a cuore, come per esempio il Congresso e la Marcia di Verona. Continua la lettura di Verona: Marcia per la Famiglia 2019. Perché Italia Cristiana sarà presente.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pompei: il gay-pride al centro la famiglia relegata in periferia

COMUNICATO-STAMPA

Il Movimento politico Italia Cristiana, nella persona del Coordinatore di Avellino, Sabino Della Sala, ha presentato presso la Questura di Napoli regolare preavviso di manifestazione da effettuarsi a Pompei in piazza Bartolo Longo davanti al Santuario della Beata Vergine del Rosario per il giorno 30 Giugno 2018 con l’esposizione dello striscione “La Famiglia è fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna: difendiamola!”. Continua la lettura di Pompei: il gay-pride al centro la famiglia relegata in periferia

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il paese reale e le strategie delle lobbies contro la famiglia

Family Day 2016 - manifestazione lgbt a confronto
Family Day 2016 – manifestazione lgbt a confronto

Abbiamo visto tutti che, senza nemmeno doverli far viaggiare, gli lgbt in favore del ddl Cirinnà hanno portato nelle rispettive piazze di appartenenza in totale poco meno di cinquantamila persone. Quando sai che in piazza non riusciresti a portare due milioni di persone, ma nemmeno uno, ma nemmeno poche centinaia di migliaia, capisci che devi cambiare strategia per dare forza ad una proposta di legge che non ha consenso perché non ha buonsenso.

San Tommaso d’Aquino scrive: “La legge umana intanto è tale in quanto è conforme alla retta ragione e quindi deriva dalla legge eterna. Quando invece una legge è in contrasto con la ragione, la si chiama legge iniqua; in tale caso cessa di essere legge e diventa un atto di violenza”.

E allora si ricorre ai vip, che molto spesso ricoprono il loro ruolo di cantante, attore, scrittore, giornalista, presentatore, sportivo ecc, non per mera capacità, ma perché messi lì dalle lobbies che poi puntualmente li utilizzano per influenzare le masse sui diversi temi etici. Come vere è proprie banderuole, per mantenere il successo, sono pronti ad abbracciare qualsiasi causa, anche rinnegando e smentendo se stessi in precedenti dichiarazioni.

Possono poche centinaia di banderuole vincere sul Circo Massimo? Possono sconfiggere i milioni di cuori che battono per la famiglia? No, non possono perché l’Amore è più forte dell’egoismo.
NON PREVALEBUNT!

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

MONICA CIRINNÀ A CORRIERELIVE: “NESSUNA PIAZZA PUÒ OSTACOLARE IL PARLAMENTO”

PF_635889219821238857

A pochi giorni dalla grande iniziativa in difesa della famiglia naturale e del diritto di ogni bambino ad avere un papà e una mamma, che avrà luogo al Circo Massimo, la senatrice Monica Cirinnà a Corrierelive garantisce che se la legge si farà sarà soltanto per il suo cattivo carattere e per la grande volontà del PD.
È presente in studio anche la giornalista Arachi la quale ha una grande responsabilità: vagliare e leggere, si potrebbe aggiungere in modo confuso e incerto, le opinioni dei lettori che scrivono sul sito del Corriere, e non su Twitter perché in blackout mondiale. È totalmente assente ogni possibilità di dialogo con il popolo italiano, un po’ come era accaduto il 13 Luglio dello scorso anno a Vicenza, nel convegno dedicato alla “teoria del gender” organizzato sempre da esponenti PD. L’intento è di mettere il bavaglio a pareri differenti su unioni civili e “stepchild adoption” .
Una conferma arriva a quattro minuti dalla fine del filmato quando il conduttore Labate rivolge alla Cirinnà questa domanda: “Un successo corposo di partecipazione al Family Day può ostacolare il corretto andamento della legge al Senato?”
La senatrice, con un fare assai poco democratico, afferma: “Nessuna piazza può ostacolare il Parlamento. La piazza fa la piazza; il Parlamento fa il Parlamento; la Chiesa fa la Chiesa; se già fosse chiaro questo, sarebbe un bene per il nostro paese! Ricordo che la settimana prima, ci sono le 50 piazze arcobaleno in tutta Italia, volute da tutte le associazioni che pur essendo per il matrimonio egualitario accettano questa legge come primo passo.”
È NECESSARIO RICORDARE UN PRINCIPIO FONDAMENTALE: LA BUONA POLITICA DIFENDE LA FAMIGLIA SEMPRE, SENZA COMPROMESSI.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

30 Gennaio 2016: per la famiglia!

Fabrizio Verduchi
Fabrizio Verduchi


Noi cattolici siamo divisi, confusi e molto tiepidi, ma è doveroso per chiunque abbia una coscienza, ami la famiglia naturale e il Bene di ogni bambino di mettere da parte le divisioni, di svegliarsi dal torpore e dall’apatia e venire a Roma il 30 Gennaio per fermare il ddl Cirinnà. Possiamo fermarlo, dobbiamo fermarlo. Un sacrificio economico e fisico per un grande bene, ricchezza e tutela per ognuno di noi: LA FAMIGLIA!

IO CI SARÒ!

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

FERMIAMO IL DDL CIRINNÀ: Il 30 Gennaio tutti a Roma!

Family-day-2016

Italia Cristiana da sempre in campo  in difesa della famiglia naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna e del diritto di ogni bambino ad avere un papà e una mamma, contro il riconoscimento giuridico di unioni/matrimoni/adozioni omosessuali e delle unioni di fatto parteciperà al corteo organizzato dal “Comitato Difendiamo i nostri figli” contro il ddl Cirinnà a Roma  Sabato 30 Gennaio 2016 appuntamento ore 10,00 al Circo Massimo con arrivo a piazza San Giovanni.
NOI PARTECIPIAMO, PARTECIPA ANCHE TU!
Per info: info@italiacristiana.it – Tel. 06.69.30.65.43

https://www.facebook.com/events/896131383828081/

 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Manifestazione in difesa della famiglia – Teramo 11 Ottobre 2014

Sabato 11 Ottobre 2014 a Teramo Italia Cristiana è scesa in piazza in difesa della famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna e per il diritto di ogni bambino ad avere un padre e una madre.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail