Archivi categoria: Sicurezza

ONU? No, grazie

ONU-no-grazie

L’ONU per chi non lo sapesse è una organizzazione intergovernativa, ma di fatto non governativa, i cui rappresentanti per le diverse nazioni non sono eletti, ma nominati. L’aspetto più interessante è che è stata fondata dalla massoneria. Non tutti gli Stati vi aderiscono, non a caso la Santa Sede ha lo status di Osservatore Permanente, ma non ne è mai divenuta membro.

E ci stupiamo se vuole accusarci di razzismo e violenza?

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Le autostrade, Benetton e un miliardo di utili

Autostrada-2

Attualmente “Autostrade per L’Italia” è controllata al 100% da Atlantia S.p.A. società il cui principale azionista è la famiglia Benetton, quelli che per pubblicizzare il loro marchio di vestiti ci bombardano da anni su quanto sia bella l’ideologia della società multietnica e gender fluid.

Tornando ad Atlantia S.p.A. in Italia gestisce circa 3000 km di autostrade, oltre a gestire l’aeroporto di Fiumicino e Ciampino. Questa società ha avuto un utile netto nel 2017 di circa un miliardo di euro, e sottolineo utile netto, mentre nei primi sei mesi del 2018 ha già incassato un utile netto di 618 milioni di euro. Continua la lettura di Le autostrade, Benetton e un miliardo di utili

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

I campi nomadi sono un concetto barbaro e incivile, vanno tutti chiusi.

I campi nomadi sono un concetto barbaro e incivile, vanno tutti chiusi. Non è accettabile uno stile di vita senza regole, senza igiene, fatto di furti ed espedienti. Chi non ama le regole di civiltà e di rispetto reciproco se ne deve andare. Questa è vera Carità.

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Immigrazione, accoglienza e Carità cristiana

Fabrizio Verduchi
Fabrizio Verduchi

Per alcuni l’accoglienza si manifesta pagando delle cooperative affinché speculino economicamente sulla gestione dei centri di accoglienza. Per altri l’accoglienza e la carità cristiana si manifestano mantenendo giovani sani e forti a fare nulla tutto il giorno e a girovagare in bicicletta nelle nostre città mentre ascoltano musica con un lettore mp3 o giocano con lo smartphone oppure giocando a calcio nei campetti pubblici. Continua la lettura di Immigrazione, accoglienza e Carità cristiana

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Cosa penso di questo Governo?

Salvini-Conte-Di-Maio
I 5 Stelle non mi piacciono nemmeno un po’ per i loro antivalori, quindi non mi fido di loro e di conseguenza non mi piace il Governo Lega-5Stelle. Anche se credo sia sicuramente migliore questo Governo che uno guidato da Cottarelli.

Potrei fare diverse riflessioni sui vari ministri, ma voglio soffermarmi su due.

Lorenzo Fontana, in quota Lega, Ministro della disabilità e della famiglia per me è una buona notizia, è un cattolico con una sensibilità per la vita e la famiglia naturale.

Salvini Ministro dell’Interno è alla prova del nove: sarà capace di gestire la nostra sicurezza e questa immigrazione senza controllo? Vedremo.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Un nuovo escamotage per un’immigrazione di massa che commuova l’opinione pubblica?

Immigrazione

È di questi giorni un messaggio promozionale che circola sui media per reclutare “Tutori volontari per minori non accompagnati” invitando quanti siano interessati a visitare il sito dell’Autorità Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza (www.garanteinfanzia.org).

Continua la lettura di Un nuovo escamotage per un’immigrazione di massa che commuova l’opinione pubblica?

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Fabrizio Verduchi annuncia la sua candidatura a Sindaco di Roma per le elezioni comunali 2016

Fabrizio Verduchi
Fabrizio Verduchi

Il Presidente di Italia Cristiana Fabrizio Verduchi annuncia la sua candidatura a Sindaco di Roma con un video dove afferma:  ”Italia Cristiana si batte da alcuni anni per una politica che metta la persona al centro, secondo i principi della Dottrina Sociale della Chiesa, infatti il nostro motto è “Fare politica per servire” e con questo spirito io ho deciso di presentarmi alle prossime elezioni amministrative per il comune di Roma come Sindaco”. Continua la lettura di Fabrizio Verduchi annuncia la sua candidatura a Sindaco di Roma per le elezioni comunali 2016

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

LE AGGRESSIONI A COLONIA E IL RICORDO DELLE “MAROCCHINATE”

PF_635878403584490898
“Rosetta non era svenuta. E tutto quello che era successo, lei lo aveva veduto con i suoi occhi e sentito con i suoi sensi”. Così Alberto Moravia, con il suo libro “La ciociara” pubblicato nel 1957, documenta il fenomeno delle “marocchinate”.
E’ l’ultimo atto della battaglia di Cassino. La valle del Liri è ancora lo scenario dove avvengono gravissimi scontri tra l’esercito anglo-americano e quello tedesco.
Da 4 mesi, gli anglo-americani tentano con furiosi bombardamenti di sfondare la linea Gustav: 230 Km di barriera difensiva dal Tirreno all’Adriatico, voluta da Hitler per fermare l’avanzata alleata.
È l’aprile del 1944 entrambi gli eserciti sospendono gli scontri. Per riprendere a combattere si attende la buona stagione.
“Tutti si aspettavano cose straordinarie da questi alleati, appunto come dai santi”. Ma la guerra non è finita. Gli alleati non riescono a spezzare la resistenza tedesca sulla linea Gustav all’altezza di Cassino. Allora decidono di cambiare strategia, cercano di passare per i monti Aurunci.
Il generale Clark che è a capo della quinta armata americana si affida al generale Juin, perché nella zona è più opportuno inviare truppe di montagna anziché divisioni corazzate.
Oltre 110.000 soldati francesi e truppe coloniali, marocchini, algerini, tunisini. Sono gli uomini del C.E.F., il corpo di spedizione francese guidato dal generale A. Juan.
Ai suoi ordini anche 12.000 Goumiers, truppe militari marocchine, arruolate e addestrate sulla montagna dell’Atlante, in Marocco.
Il piano del generale Juin scatta alle 23.00 di Giovedì 11 Maggio del 1944.
1.600 cannoni cominciano a bombardare le postazioni tedesche; 45 minuti dopo le truppe di Juin attaccano il monte Faito, nel cuore dei monti Aurunci.
Le truppe coloniali a seguito degli alleati iniziano a saccheggiare, a rubare, a devastare, a uccidere e a violentare. Come scrive Sagnotti nel suo articolo “Aspettavano i liberatori ma arrivò l’inferno”. Si tratta di “gente comune, colpevole solamente di trovarsi al momento sbagliato nella propria casa, mentre erano in atto pulizie etniche, saccheggi, violenze e stupri di ogni genere, compiuti sotto bandiere e vessilli di “liberazione”.
Viene naturale fare un paragone tra Rosetta e le oltre 35 donne che durante la notte di Capodanno sono state stuprate presso la stazione centrale di Colonia, il 31 Dicembre scorso.
La polizia, in Germania, sta indagando e ha parlato di «crimini di una dimensione completamente nuova»: il capo della polizia di Colonia Wolfgang Albers ha parlato di attacchi di gruppo e di circa mille uomini coinvolti.
In Slovacchia “niente più profughi musulmani” e il governo dichiara: “Non vogliamo che accada anche in Slovacchia qualcosa di simile a quel che è successo in Germania”.
Quella in atto non è una semplice immigrazione, ma un’invasione pianificata!

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail