Programma

Il nostro programma politico nazionale.

FAMIGLIA – Siamo per una politica a favore della famiglia naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, prevedendo un regime fiscale basato sul reddito familiare. Proponiamo sgravi fiscali per ciascun figlio in modo direttamente proporzionale al numero ed assegni mensili di almeno € 200 per ogni figlio per famiglie con più di due figli. Per ogni bambino nato elargizione di Bonus-bebé di € 300 mensili dalla nascita fino al compimento del 3° anno (con reddito inferiore ai € 48.000). Abolizione del divorzio, causa della disgregazione della famiglia e quindi della società stessa. Riforma dell’attuale legge sulle adozioni, per snellire le attuali procedure burocratiche, garantendo la necessaria tutela dei bimbi. Crediamo in uno Stato responsabile che conceda diritti dopo aver ottemperato ai propri doveri, riteniamo inaccettabile qualsiasi riconoscimento giuridico-istituzionale delle coppie di fatto, nonché di quelle omosessuali.

VITA – A difesa della sacralità della vita proponiamo l’abolizione della legge “194”, per fermare lo sterminio di Stato praticato attraverso l’aborto, sostegno economico per le ragazze-madri e per tutti gli istituti cattolici e non (nel rispetto del diritto naturale) che intenderanno aiutare queste donne a portare a termine la gravidanza. Esenzione pagamento ticket per gli esami necessari durante il  periodo della gravidanza. Siamo contrari alla disumana pratica dell’eutanasia, nonché ad ogni forma di manipolazione genetica e di fecondazione extracorporea sia essa omologa che eterologa.

ECONOMIA – Sosteniamo un’economia che sia al servizio della persona e del bene comune secondo una concezione economica fondata sui principi di solidarietà, sussidiarietà e di cooperazione, nonché sull’azione dei corpi sociali intermedi, che abbiano la loro legittima rappresentanza nei luoghi legislativi e decisionali, è così possibile attuare un’economia sociale che difenda la dignità e i diritti fondamentali di ogni persona.  Lo Stato deve sostenere il diritto di iniziativa economica di ogni cittadino.

Le banche siano vincolate ad erogare mutui ad un tasso fisso legale al 2% per rilanciare le nuove imprese o quelle in difficoltà che si impegnano ad offrire nuova occupazione.

Attualmente la Banca d’Italia è di proprietà, in grande maggioranza, di banche e società private, per garantire indipendenza dai Poteri Forti e dalle pressioni dell’Alta Finanza ristabilendo la sovranità dei cittadini riteniamo opportuno che la suddetta proprietà sia completamente dello Stato. Crediamo sia necessario ristabilire la proprietà popolare della moneta.

CASA – Per le giovani coppie, per le famiglie con più di due figli e per quelle disagiate proponiamo mutui agevolati ad un tasso legale del 2,5% con il relativo acquisto della proprietà della 1ª casa, pagando il canone anche per oltre 30 anni.

La prima casa è un diritto e un bene fondamentale di ogni cittadino e di ogni famiglia, non un lusso! È ingiusta e inaccettabile qualsiasi tassa che colpisca il cittadino su questo bene primario.

TASSE - Crediamo che il principio fondamentale in un sistema tributario che sia giusto ed equo si realizzi attraverso tasse che siano distribuite proporzionalmente alla capacità contributiva dei cittadini. L’attuale pressione fiscale non è accettabile, perché eccessiva e perché i cittadini non ricevono alcun servizio proporzionato alle tasse versate. Inoltre l’imposta non può mai diventare, per opera dei poteri pubblici, un comodo metodo per colmare i deficit provocati da un’amministrazione imprevidente. Abolizione del canone Rai. Siamo favorevoli all’abolizione dell’IVA che consideriamo una tassa profondamente ingiusta perché non tiene conto dello stato economico di chi acquista un bene o un servizio.

LAVORO – Indispensabile è offrire una retribuzione equa e capace di sostenere il costo effettivo della vita di ogni singolo cittadino e della propria famiglia. Crediamo inoltre che la partecipazione agli utili aziendali, possa essere un ottimo incentivo a mantenere una sana cooperazione tra imprenditori e lavoratori.

SCUOLA – Nel cooperare alla formazione dei giovani e garantire la libertà educativa, ci batteremo affinché genitori, che lo desiderino, siano liberi di mandare i loro figli in scuole private cattoliche, attraverso l’elargizione, per ciascun figlio, di buoni-studio.

DISABILI – Sostegno economico reale. Assistenza sanitaria gratuita. Abbattimento delle barriere architettoniche esistenti partendo dai grandi centri e reale applicazione delle vigenti leggi. Istituzione di un dipartimento ministeriale affinché siano garantiti i diritti dei disabili. Le classi scolastiche dove siano presenti studenti disabili devono avere un numero ridotto di alunni.

PENSIONI – Abolizione della Riforma “Fornero”, proponiamo che l’età pensionabile sia di 56 anni per le donne e di 60 anni per gli uomini. Le pensioni debbono essere legate all’effettivo costo della vita e non al tasso d’inflazione programmata (che si rapporta ad un paniere oramai fittizio). In tale maniera le pensioni potranno mantenere nel tempo il loro valore e non perderlo gradualmente come avviene oggi.

SANITÀ – La Sanità Pubblica deve essere qualificata, competitiva e gratuita. Negli ultimi anni, nascondendosi dietro la scusa della crisi economica, sono state sottratte risorse destinate alla salute, non è accettabile che la salute, anziché un bene universale da assicurare e difendere, diventi una semplice merce sottoposta alle leggi di mercato e quindi un bene riservato a pochi.

PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ – In una società correttamente organizzata riteniamo fondamentale garantire e tutelare il principio di sussidiarietà, ossia il rispetto da parte dello Stato verso quei gruppi intermedi, quali ad esempio la famiglia e l’associazionismo, prestando loro l’aiuto e la protezione di cui hanno bisogno in vista del bene comune, garantendo così, quell’equilibrio sociale che si fonda sul diritto dell’uomo alla sua dignità e libera iniziativa.

GIUSTIZIA – Per ovviare alle disfunzioni della giustizia è necessaria una vera riforma basata sulla drastica riduzione dei tempi necessari al fine di ottenere un giudizio definitivo sia in materia civile che penale. Ciò è possibile ampliando l’organico dei magistrati e procedendo ad una revisione dei codici di procedura. Inoltre, chiediamo maggiore certezza della pena che non deve consistere nella mera reclusione dei condannati in celle malsane ed inidonee a contenere la moltitudine dei reclusi, ma in vere e proprie “case lavoro”, dove sia reso più facile il reinserimento sociale dei condannati e l’effettiva rieducazione dei medesimi. Attualmente assistiamo ad una grave ingerenza del Potere Giudiziario sul Potere Legislativo, troppo spesso leggi dello Stato sono state arbitrariamente abrogate o sovvertite dalla Magistratura.

IMMIGRAZIONE – Convivenza pacifica tra i popoli ed un’ospitalità decorosa agli immigrati in base alle disponibilità economiche e finanziarie del paese, limitando i flussi di immigrazione incontrollata.

AMBIENTE – La salvaguardia dell’ambiente si può concretizzare solamente attraverso una corretta concezione del rapporto dell’uomo con l’ambiente che non porti ad assolutizzare la natura né a ritenerla più importante della stessa persona.

UNIONE EUROPEA E POLITICA ESTERA – Siamo contro l’attuale Unione Europea governata da massoneria e lobby economiche dell’Alta Finanza, siamo favorevoli ad una Confederazione Europea di Stati, in cui sia garantita la sovranità dei singoli popoli. Per salvare la nostra economia è fondamentale uscire dall’Euro. Siamo favorevoli alla costituzione di una interforza militare europea, che sia indipendente da altri organismi militari, al fine di difendere e mantenere la vera pace. Relazioni diplomatiche ridotte al minimo indispensabile per tutti quei Paesi i cui governi siano manifestamente totalitari, razzisti, anticristiani e in cui siano negati i diritti e le libertà fondamentali dell’uomo.

PARTITOCRAZIA E PRIVILEGI – Finanziamento pubblico ai partiti e privilegi aumentano le tasse e riducono i servizi ai cittadini. Contro l’attuale dilagante degenerazione e corruzione degli apparati partitocratici proponiamo l’abolizione di qualsiasi forma di finanziamento di denaro pubblico ai partiti, i fondi per sostenere l’azione politica di ogni movimento o partito devono giungere esclusivamente da privati cittadini, con un tetto massimo di € 5.000 per ogni singola persona fisica, proponiamo inoltre di escludere l’attuale finanziamento da parte di società a scopo di lucro, che molto spesso in campagna elettorale è adottato per aggraziarsi i favori di un politico o di un intero partito da parte delle imprese.

Per favorire il principio di politica come servizio volontario di un cittadino alla comunità crediamo sia doveroso abolire tutti i privilegi non utili ai fini istituzionali, eliminare i vitalizi ossia le pensioni percepite con pochi anni di contributi e infine ridurre del 50% gli attuali stipendi.

IDENTITÀ CRISTIANA - Contro il dilagante laicismo e l’intolleranza anticattolica ci battiamo per la difesa del Crocifisso nei luoghi pubblici e della nostra identità cristiana contrastando ogni progetto di legge che depauperi ulteriormente sotto il profilo giuridico e istituzionale la nostra Fede.

Chiusura dei negozi la Domenica (salvo le eccezioni previste), giorno sacro della cristianità, per poter dare la possibilità a tutti i fedeli di poter partecipare alle celebrazioni liturgiche, dedicarsi alla famiglia ed al riposo.

TURISMO – L’Italia possiede il più grande patrimonio naturalistico, storico e artistico, inoltre è meta di un considerevole turismo religioso. Troppo spesso non vi è né tutela, né valorizzazione dei Beni Culturali. Innumerevoli sono le situazioni di totale abbandono con il rischio della perdita irreversibile di una ricchezza inestimabile. Investire sul turismo significa creare occupazione e benessere, rilanciando l’economia.

DROGA – Condanniamo la liberalizzazione delle droghe e la classificazione tra droghe “leggere” e “pesanti”, antiquata e scientificamente infondata.

CULTURA E SOCIETÀ – Sanzioni e/o eventuale sospensione del servizio per tutti quei mass-media che trasmettono programmi volgari, erotici e/o pornografici o particolarmente violenti.  Condanna di ogni potere occulto e conseguente scioglimento delle associazioni segrete e/o di stampo massonico. Reale applicazione delle pene severe per tutti coloro che si macchiano del reato di pedofilia. In difesa della dignità della donna ci opponiamo a qualsiasi forma di prostituzione, anche disciplinata.