Archivi categoria: Politica Internazionale

MENTRE SI PARLA DI UNA LEGGE INUTILE E ASSURDA, DI LARVE E DI VINO ANNACQUATO, IN INGHILTERRA MUORE UN’ALTRA VITTIMA DELLA CULTURA DELLA MORTE

Pippa Knignt con la sua mamma Paula Parfitt
Pippa Knignt con la sua mamma Paula Parfitt

È volata in Cielo la piccola Pippa Knight, bambina inglese di sei anni appena compiuti, affetta da una rara encefalopatia necrotizzante acuta (ENA), ricoverata all’Evelina Children’s Hospital di Londra dal gennaio 2019.

L’8 gennaio di questo anno, il giudice Nigel Poole dell’Alta Corte ha accolto la richiesta del trust presente nell’ospedale acconsentendo e confermando la legalità dell’interruzione della ventilazione meccanica di cui necessita la bambina. E questo contro la volontà della mamma che giorno dopo giorno e ora dopo ora le stava accanto dandole tutto quello di cui aveva bisogno.

La corte, dopo aver ritenuto che la decisione su tale questione spetti allo stesso organo giudiziario e non alla madre, ha respinto il suo ennesimo ricorso, acconsentendo definitivamente il distacco della ventilazione meccanica.

Così, nel nome del suo migliore interesse Pippa è dovuta morire, o meglio è stata uccisa. Sì, perché la sua è stata una morte procurata da chi ha voluto e le ha staccato i macchinari che la sostenevano in vita, ma soprattutto da una cultura, la nostra, che odia la Vita e denigra la grande dignità che ciascuna persona possiede.

Immaginiamo il dolore della mamma Paula Parfitt, che già segnata dal suicidio del marito, ha visto uccidere sotto i suoi occhi la sua bambina, che non potrà più accarezzare, baciare e cullare…

Questa volta non possiamo rimanere indifferenti. Non di nuovo. Il dolore è troppo grande, un’altra vittima muore nell’indifferenza totale di questo mondo, dove i pochi che difendono il grande dono della Vita sono fatti tacere.

Ma noi non tacciamo e gridiamo, urliamo che la Vita è sacra, intoccabile, e nessuno si può permettere di eliminare una persona innocente e malata perché ritenuta un peso inutile per la società.

Non esiste nessun “best interest” se non quello di avere il sacrosanto diritto di vivere e di non di morire soffocati e sofferenti a causa del distacco delle macchine; di non finire la propria esistenza in condizioni peggiori di un animale, con la triste consapevolezza che quest’ultimi oggi sono considerati e rispettati più delle persone e dei bambini.

La nostra società fa ribrezzo. Mentre si discute di una legge assurda e inutile, mentre si parla di larve e vino annacquato, una bambina muore nel silenzio e nel disinteresse di milioni di persone.

Stiamo vivendo l’indifferenza dell’uccisione di innocenti (che avviene già nel grembo materno attraverso l’aborto) e la silente assimilazione della cultura della morte.

Quest’ultima infatti, è ormai stata accettata dalla maggior parte delle persone che l’hanno già “scusata”, a causa di un vergognoso individualismo che mette al centro i propri desideri, passioni e vizi, e che considera la Vita come un oggetto comprabile e modellabile a proprio piacimento.

Questa è la civiltà che il beato Fulton Sheen definì “usa e getta”, dove il pericolo che si crei “il problema più grande dell’inquinamento morale” è ormai reale.

Fino a quando non si riconoscerà il valore e la sacralità della Vita, non avremo mai una società giusta, in quanto essa può realizzarsi soltanto nel rispetto della dignità trascendente della persona umana che ne rappresenta il fine a cui essa è ordinata.

Se manca tale rispetto e se la dignità della persona non viene più considerata, tutto diventa lecito, e il caso di Pippa e di tanti altri bambini come lei vittime dell’eutanasia di Stato, ne sono un chiaro esempio.

Piccola Pippa, prega per noi dal Cielo e chiedi a Dio di avere pietà di questo mondo.

Maria Bigazzi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Limitazioni delle Messe, una battaglia che continua

Sono trascorsi diversi giorni dalla decisione circa la limitazione delle sante Messe da parte del governo francese, che dopo aver rivalutato il limite di 30 fedeli partecipanti alle celebrazioni, ha dato ordini ben precisi circa la disposizione dei posti all’interno delle chiese.

Decisione che, come aveva fatto sapere il ministero francese, dovrebbe avere un prosieguo, “al fine di preparare l’evoluzione delle misure di contenimento a partire dal 15 dicembre prossimo”. Continua la lettura di Limitazioni delle Messe, una battaglia che continua

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Nuove disposizioni del governo francese sulle Messe

Francia_Cattolici_Santa_Messa
Nella tarda serata dello scorso 2 dicembre, è uscita su Le Figarò la notizia sulla decisione del ministero dell’Interno francese circa la limitazione dei fedeli partecipanti alla Messa.
Il governo, infatti, aveva deciso di limitare a 30 il numero dei fedeli che potevano partecipare alla santa Messa. Limite che oltre ad essere ingiustificato, era un chiaro avvertimento di come il governo francese – sulla scia di molti altri – stia limitando la libertà religiosa dei cristiani con illegittime restrizioni al culto.

Continua la lettura di Nuove disposizioni del governo francese sulle Messe

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

In Romania approvata legge che condanna l’ideologia gender

Romania-Camera-dei-Deputati

Nel silenzio dei media italiani, che in questi giorni sono impegnati con un bombardamento continuo per farci il lavaggio del cervello su quanto sia necessaria e giusta la proposta di legge Zan sull’omotransfobia, a giugno in Romania è stata approvata una legge da entrambe le camere del Parlamento che vieta l’insegnamento dell’ideologia gender nelle scuole. Continua la lettura di In Romania approvata legge che condanna l’ideologia gender

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Orban e i suoi pieni poteri sono il vero problema?

Orban_pieni_poteri_Ungheria
Tutti si stanno preoccupando perché Orban ha assunto i pieni poteri in Ungheria per affrontare l’emergenza coronavirus.  Vorrei fare un passo indietro,  alle elezioni politiche ungheresi del 2018, dove Orban è stato confermato per la quarta volta Capo del Governo dal popolo ungherese. Il suo partito, Fidesz, ha stravinto le elezioni confermandosi il partito con maggiori consensi e conquistando  il 49.27% dei voti, ottenendo così 133 seggi su 199 nell’Assemblea Nazionale, ossia,  dell’unica Camera che compone il Parlamento ungherese. Continua la lettura di Orban e i suoi pieni poteri sono il vero problema?

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Taglio dei Parlamentari? Una beffa per noi Italiani, guarda nel resto dell’Europa cosa avviene!

Tagliando il numero dei parlamentari hanno tagliato solamente la rappreṡentatività di noi cittadini. Se veramente avessero voluto risparmiare bastava dimezzare gli stipendi dei Parlamentari, sul piano economico il risultato sarebbe stato lo stesso, stessi soldi pubblici risparmiati, senza ridurre la nostra già ridotta rappreṡentatività.
Ci hanno mentito dicendo che nel resto dell’Europa non c’era un eccesso di parlamentari come da noi, ma è proprio vero? No, non è vero. Nella tabella che segue potete vedere come nella maggior parte delle nazioni europee i membri di ogni Parlamento nazionale per ogni 100mila abitanti siano superiori all’Italia. Peggio di noi, solamente Regno Unito, Germania e Russia.

Europa - Parlamentari ogni 100mila abitanti per ogni Stato
Europa – Parlamentari ogni 100mila abitanti per ogni Stato
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’ambientalismo di Greta non ha nulla di scientifico, è solamente ideologia estremista contro l’uomo

Greta 2
L’ambientalismo di Greta non ha nulla di scientifico, è solamente ideologia estremista contro l’uomo. Il vero nemico non è il fantomatico cambiamento climatico e nemmeno l’inquinamento, ma l’uomo. Chiedete a lei, a suoi genitori e ai suoi promotori che cosa ne pensano di aborto e eutanasia, di famiglie numerose e di figli.
Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’Italia è sotto attacco. Ci vogliono affossare come hanno fatto con la Grecia.

ParlamentoItaliano

Ogni giorno, attraverso giornali, radiogiornali e telegiornali, veniamo bombardati dalla minaccia della Commissione Europea di aprire una procedura di infrazione contro l’Italia.
Ce ne parlano come se fosse la cosa più giusta del mondo, a fronte di un comportamento irresponsabile di chi ci governa.
Lascia stupefatti sentire tanti giornalisti, intellettuali e politici italiani schierarsi a favore delle ragioni addotte da questi super esperti europei. Continua la lettura di L’Italia è sotto attacco. Ci vogliono affossare come hanno fatto con la Grecia.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Affidiamoci al Cuore Immacolato di Maria. Riscopriamo l’Europa Cristiana.

Cuore_Immacolato_di_Maria_Salvini_Duomo

LC 19,40 Ma Egli rispose: “Io vi dico, se questi taceranno, grideranno le pietre.

In queste ore, dopo la manifestazione di Milano che ha visto una partecipazione impressionante di popolo, compresi leaders e delegazioni provenienti da tutta Europa, si è scatenato il finimondo contro il leader della Lega Matteo Salvini. Continua la lettura di Affidiamoci al Cuore Immacolato di Maria. Riscopriamo l’Europa Cristiana.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Multati i tre parlamentari che salirono sulla nave ong “Sea Watch”

Prestigiacomo_Magi_FratoianniMultati con una sanzione da 2000 euro dalla Capitaneria di Porto di Siracusa i tre parlamentari che il 27 gennaio scorso salirono senza autorizzazione sulla nave ong ‘Sea Watch’: Prestigiacomo (Fi), Fratoianni (Sinistra) e Magi (+Europa).

Bene, facciamo rispettare le regole a tutti.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail