Come difendersi dalla multa di € 100 per gli over 50 non vaccinati

COMUNICATO a cura dell’Associazione IUSTITIA IN VERITATE

http://www.iustitiainveritate.org/come-difendersi-dalla-multa-di-100-euro/

In questi giorni diversi ultracinquantenni stanno ricevendo la comunicazione formale congiunta da parte del Ministero della Salute e dell’Agenzia delle Entrate Riscossione in merito all’avvio del procedimento sanzionatorio per mancato adempimento all’obbligo vaccinale.

Il documento che stanno notificando non è una multa, ma solo un “avviso di avvio di procedimento”, in ottemperanza al decreto legge 7 gennaio 2022 convertito in legge 18 del 4 marzo 2022 entrata in vigore il 9 marzo 2022.

Tale avviso riguarda gli ultracinquantenni e le categorie interessate dagli articoli 4, 4-bis e 4-ter della norma originale (decreto legge 44/2021) evoluta poi nei successivi decreti n. 172/2021 e 1/2022 e cioè:

Continua la lettura di Come difendersi dalla multa di € 100 per gli over 50 non vaccinati

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

GIORNATA DI RIPARAZIONE – 11 FEBBRAIO 2022 -

Questi ultimi tempi sono stati di grande prova.
Stiamo assistendo a un sempre più rapido decadimento della società e dei costumi, del dilagare di ideologie pericolose, della svendita del proprio corpo la cui valorizzazione e dignità sono continuamente attaccate e svilite, un grave assalto alla Vita, con diritti e libertà negate, aumento degli aborti, manipolazione della Vita, eutanasia (anche infantile fuori dal nostro Paese), attacco alla famiglia naturale, liberalizzazione delle droghe, blasfemie e odio profondo verso la Fede e la Chiesa. E l’elenco sarebbe ancora lungo. Continua la lettura di GIORNATA DI RIPARAZIONE – 11 FEBBRAIO 2022 -

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

VERGOGNOSO ATTACCO AL DEFUNTO SACERDOTE PAOLO ROMEO, TESTIMONE DELLA VERITÀ E LIBERTÀ

Vergognosi gli attacchi rivolti nei confronti del sacerdote Paolo Romeo (deceduto il giorno 1° febbraio in terra genovese), per le falsità scritte sul suo conto e per la la grave mancanza di rispetto per una persona defunta.
Chi scrive e parla giudicando con disprezzo e odio, non lo ha conosciuto e nemmeno sa di cosa sta parlando.
L’immoralità è ormai protagonista della nostra vita… non ci accorgiamo neanche più che quando una persona muore la prima cosa che sentiamo chiedere è se fosse vaccinata o meno…e se quella persona non lo era c’è chi esulta per la morte e per la soddisfazione di avere un “no vax” (come oggi vengono erroneamente chiamati tutti quelli che esercitano ancora la libertà di scelta) di meno.
No, non c’è più ritegno.
Non si conosce nulla, ma si parla per luoghi comuni, in nome di una “scienza” creata ad hoc per dividere la gente.
Il problema etico dei cosiddetti vaccini esiste realmente, anche se oggi molti che lo sanno preferiscono negarlo. Le stesse case farmaceutiche hanno pubblicato i dati e le tabelle. E questa è una motivazione di assoluta importanza che nessuno deve permettersi di deridere.
Ma la falsa informazione oggi ha la meglio perché fa audience lucrando sulla morte delle persone, servendo il “regime” e il pensiero unico.
Siamo caduti in basso, ma molto in basso.
Chi ha conosciuto don Paolo, conosce anche la verità e l’esempio della sua vita di pastore di anime.
E se il Signore lo ha chiamato a sé, è perché quella era la sua ora, come chiamerà noi quando sarà il momento, vaccinati o meno.
Rimane vivo il suo ricordo per chi lo ha conosciuto. Ci uniamo nella preghiera per la sua anima (nel giorno delle esequie) e per la sua famiglia.
Di Maria Bigazzi
 Potrebbe essere un'immagine raffigurante 4 persone e spazio al chiuso
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Chi occupa i posti in terapia intensiva?

Posti letto ospedale

Ogni anno in Italia si ammalano di influenza comune, sottolineo ammalano e non sono positivi, dai 3 ai 5 milioni di italiani.
Il picco si raggiunge sempre a cavallo tra fine Gennaio e inizio Febbraio, perché alla nostra latitudine, è il periodo più freddo, di conseguenza il sistema immunitario è più vulnerabile.
Questo periodo coincide da alcuni decenni con le terapie intensive e i posti letto che vanno al collasso. Non certo perché ci sono i cattivissimi novax che occupano posti. No, le ragioni sono politiche, esattamente come oggi. Dagli anni novanta ad oggi, a fronte di una popolazione in aumento, sono stati chiusi tantissimi ospedali e sono stati tagliati oltre il 40% dei posti letto.
La colpa non è dei novax, ma un po’ di tanti di voi, avete votato chi chi tagliava fondi e posti a danno della vostra salute.di Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Uno Stato che priva i suoi cittadini dei diritti fondamentali, che calpesta la dignità delle persone e la sua Costituzione, può forse volere il bene del Paese?

Oggi lo Stato lascia a casa migliaia di padri e madri di famiglia e giovani lavoratori, violando in questo modo la Costituzione (ormai da mesi considerata “carta straccia”) e i diritti, calpestando la dignità e libertà di ogni singolo individuo.
Un tempo l’Italia era fondata sul lavoro e così recita l’articolo 1 della Costituzione, oggi invece è fondata sul green pass e su un perpetuo e ingiustificato “stato di emergenza”.
Risuonano attuali i versi di Dante: “Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincie, ma bordello”.
Preghiamo per il nostro Paese perché possa rigermogliare e portare nuovamente buoni frutti, senza dimenticarsi mai del valore e dell’inviolabilità dalla vita delle persone.
di Maria Bigazzi
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Mi sono sempre chiesto, regimi totalitari come nazismo e comunismo, in che modo avessero potuto instaurarsi.

Regimi totalitari
Mi sono sempre chiesto, regimi totalitari come nazismo e comunismo, in che modo avessero potuto instaurarsi. Non c’era una reazione, un baluardo, una comunità che fermasse l’ascesa del male? Mi chiedevo sempre, ma il popolo, le persone comuni, quelle per bene, cosa facevano? L’ho capito oggi. Molti sono stati complici. Condividevano le scelte discriminatorie e violente del regime per convenienza. Altri erano semplicemente legalisti senza coscienza, c’erano pseudo-leggi emanate dal regime e dovevano essere rispettate, non si ponevano il problema se fossero giuste o ingiuste, per loro erano leggi dello stato. Come ha scritto chiaramente Solženicyn in Arcipelago Gulag «È lecito eseguire ordini affidando ad altri il peso della propria coscienza?» Noi sappiamo, senza ombra di dubbio che non sia lecito.
Quanto è importante il ruolo della nostra coscienza in ogni nostra azione, in ogni momento. Una coscienza ben formata, non solamente per il Bene di noi stessi, ma per quello di tutta la comunità. Oggi troppi agiscono senza coscienza, o semplicemente ce l’hanno deformata dalle ideologie o dal proprio tornaconto personale, oppure affidano ad altri il peso della propria coscienza.
Dio ce ne chiederà conto, se abbiamo agito secondo coscienza e se ci siamo adoperati affinché la nostra coscienza fosse rettamente formata.

Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

COMUNICATO-STAMPA contro il vergognoso attacco a realtà cattoliche

COMUNICATO-STAMPA

Il vergognoso attacco di questi ultimi giorni a sacerdoti ed esponenti della Chiesa cattolica, per giustificare l’ulteriore aggressione ai diritti non solo dei cattolici ma di tutti i cittadini, limitandone la libertà di espressione e di manifestare contro un sistema di potere ormai sempre più manifesto, ci costringe a condannare e ad esprimere piena solidarietà a chi sta subendo una vile narrazione di menzogna che diventa sempre più ossessiva e violenta. Continua la lettura di COMUNICATO-STAMPA contro il vergognoso attacco a realtà cattoliche

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Chiediamo le dimissioni immediate del ministro Luciana Lamorgese e del Presidente del Consiglio Mario Draghi e il ripristino della stato di diritto e della democrazia

COMUNICATO STAMPA

Dopo gli episodi di violenza da parte delle Forze dell’Ordine avvenute a Roma il 9 Ottobre u.s. con utilizzo di cannoni idranti, lancio di lacrimogeni e manganellate verso manifestanti inermi, composti da famiglie con bambini, anziani e giovani, mentre chi aveva annunciato violenza è stato lasciato libero di agire, assistiamo indignati al ripetersi di un attacco alla democrazia che non ha alcuna giustificazione. Oggi infatti si ripete la stessa drammatica situazione a Trieste, con cannoni idranti, lancio di lacrimogeni e manganellate verso manifestanti pacifici che stanno difendendo il diritto al lavoro, la Costituzione, la democrazia, il diritto alla manifestazione (art. 21 Costituzione) e la libertà contro il discriminatorio e incostituzionale green pass e i provvedimenti liberticidi dell’attuale compagine governativa.
Questa violenza da parte delle Forze dell’Ordine non è più tollerabile perché si sta schiacciando e reprimendo qualsiasi forma di protesta pacifica e democratica con una deriva violenta e totalitaria che reprime qualsiasi dissenso rispetto alla linea governativa.
Chiediamo le dimissioni immediate del ministro Luciana Lamorgese e del Presidente del Consiglio Mario Draghi e il ripristino della stato di diritto e della democrazia.
Roma, 18/10/2021
Fabrizio Verduchi – Presidente Italia Cristiana
Aderiscono :
- Iustitia In Veritate
- Brigata per la difesa dell’ovvio
- Rete Patris Corde
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il popolo ha votato per l’astensione contro questi partiti e ha vinto!

Elezioni-marionetta

Hanno detto che ha vinto la sinistra, ma il vero vincitore è stato il popolo che non si riconosce in questi partiti servi della tecnocrazia finanziaria internazionale e che non è andato a votare. Infatti se analizzate, la sinistra, rispetto alle ultime tornate elettorali, ha perduto consensi ovunque. Peggio della sinistra è riuscito a fare il centrodestra, che rappresenta il nulla valoriale e ha ottenuto quello che si merita. Vorrei fare una riflessione anche sui 5 stelle passati a Roma dal 35% al 11%… ma siamo sicuri che abbiano preso l’11%? A Roma non si è recato alle urne il 52% dei romani, a cui aggiungiamo un 3% tra schede bianche e nulle, quindi possiamo tranquillamente dimezzare il loro risultato ad un misero 5%.
Il popolo ancora una volta non è rappresentato.
Fabrizio Verduchi
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail