Archivi tag: Sanità

Veramente pensate che lo facciano per il vostro bene?

Fabrizio Verduchi
Fabrizio Verduchi

Veramente pensate che lo facciano per il vostro bene, per la vostra salute, per la vostra vita?
Tamponi gratis in tutti i luoghi, vaccino gratis e immediato, senza dover aspettare mesi o anni, se sei anziano ti portano col taxi gratis a fare il vaccino. Sono gli stessi che fino a due anni fa ci facevano aspettare anche un anno per fare una TAC, una risonanza o una semplice ecografia, e se per caso li volevate fare prima anche in un ospedale pubblico dovevate pagare centinaia di euro, ribadisco in un ospedale pubblico, mentre per Tamponi e vaccini tutto gratis tutto subito ovunque, negli ospedali, nelle farmacie, nei parcheggi, nei supermercati, nei negozi, ovunque! Improvvisamente sono diventati tutti buoni, improvvisamente tutti si sono convertiti e pensano al nostro bene, alla nostra salute, ma ragionate o dormite? Ogni anno in Italia per tumore muoiono il doppio dei morti che sono stati attribuiti al covid, muoiono 180000 persone. Avete mai assistito a uno screening a tappeto per evitare che morissero 180000 persone di tumore? Avete mai visto uno screening nelle nelle farmacie, negli ospedali, nei parcheggi, nei supermercati, ovunque? I morti di tumore sono morti di serie B? Valgono meno degli altri morti? Per non capire che stanno strumentalizzando tutto questo per ragioni economiche e di potere, vuol dire che o siete stolti o siete ciechi.
Fabrizio Verduchi

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’AIFA autorizza inserimento di farmaco blocca pubertà nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del S.S.N.

AIFA-blocco-puberta

Il 2 Marzo 2019 sulla Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la Determina 21756/2019 dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), Ente pubblico sotto la direzione e la vigilanza del Ministero della Salute. Chiediamo quindi al Ministro della Salute Giulia Grillo di intervenire tempestivamente per bloccare l’utilizzo della Triptorelina, inserita con la suddetta Determina nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ed utilizzato in modo improprio per bloccare la pubertà nei casi di disforia di genere.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

DAT: Un’altra legge (in)civile della sinistra a 5 stelle

 

DAT-Emma-Bonino

Il 14 Dicembre la storia della Repubblica italiana ha scritto una delle sue pagine più tristi.

Non bastavano le unioni omosessuali e il divorzio breve, la sinistra al governo ha voluto dare all’Italia nuovi “diritti civili” con una legge bandiera che introduce di fatto l’Eutanasia. Queste le riforme di cui l’Italia e gli italiani secondo loro avevano bisogno. Continua la lettura di DAT: Un’altra legge (in)civile della sinistra a 5 stelle

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

DAT: l’eutanasia spirituale

eutanasia
Il Senato ha dato il via libera definitivo alla legge sul testamento biologico. Come per l’aborto, questa legge è stata ideata e studiata nei modi e nei tempi, con diabolica pazienza e tenacia. Piergiorgio Welby, Eluana Englaro e per ultimo dj Fabo sono stati “semplicemente” la testa d’ariete usata per abbattere le ultime (e neanche tanto convinte) resistenze dei cittadini emotivamente più sensibili, ottenendo il loro facile silenzio-assenso, preludio di un consenso più indotto che ragionato. Continua la lettura di DAT: l’eutanasia spirituale

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Roma e il “pianeta sanità”. Ospedali in rosso e il caos del pronto soccorso del San Camillo.

PF_635883191522462474
Gli ospedali di Roma sono in profondo rosso. Il prospetto dell’Agenas, l’Agenzia per i servizi sanitari regionali è drammatico.
I 9 ospedali pubblici della capitale hanno un record di passivi superiore a 660 milioni di euro.
Per farsi un’idea: l’Umberto I con 1230 letti perde 72.357 euro a posto letto ma in cambio ogni letto costa oltre 400.000 euro. Il San Camillo chiude il bilancio con 158 milioni di euro di passivo per 1072 posti letto, ogni posto letto ha un costo pari a 150.000 euro.
Dalle casistiche che ogni anno stila Agenas si apprende che i laziali non sono soddisfatti delle prestazioni sanitarie sul territorio. Infatti la spesa sanitaria, per migrazioni di pazienti verso altre regioni, è quadruplicata in questi anni, secondi solo a Campania e Calabria.
È di questi giorni la polemica che ha come oggetto il sovraffollamento del Pronto soccorso dell’ospedale San Camillo.
Zingaretti, presidente della Regione, sdrammatizza la situazione e garantisce: “al San Camillo problemi risolvibili in poche ore”. Giuseppe Lavra, Segretario Regionale CIMO Lazio, commenta insoddisfatto la nota stampa del presidente Zingaretti e afferma: “Dispiace dissentire […] ma l’unico modo per risolvere il problema, nonostante lui dica che ora sia tutto rientrato nella norma, è prevedere di eliminare il sovraffollamento del Pronto Soccorso-Dea di tutti i grandi nosocomi del Lazio con un programma d’azione chiaro e preciso”.
La Sanità Pubblica deve essere qualificata, competitiva e gratuita.
Negli ultimi anni, nascondendosi dietro la scusa della crisi economica, sono state sottratte risorse destinate al sistema della sanità; non è accettabile che la salute, anziché un bene universale da assicurare e difendere, diventi una semplice merce sottoposta alle leggi di mercato e quindi un bene riservato a pochi.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail